Dopo ti te-Jojo Moyes

libro-io-dopo-di-te-jojo-moyes.jpg

Trama: Quando finisce una storia, ne inizia un’altra.Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama? Come si può ricostruire la propria vita, voltare pagina?Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata.

È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l’hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita.A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive in un appartamento anonimo dove non le piace stare e recupera il rapporto con la sua famiglia senza avere delle reali prospettive. Soprattutto si domanda ogni giorno se mai riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare.Quando una sera una persona sconosciuta si presenta sulla soglia di casa, Lou deve prendere in fretta una decisione. Se chiude la porta, la sua vita continuerà così com’è: semplice, ordinaria, rassegnata. Se la apre, rischierà tutto. Ma lei ha promesso a se stessa e a Will di vivere, e se vuole mantenere la promessa deve lasciar entrare ciò che è nuovo.

Recensione:

Come avete potuto intuire da altre recensioni, non sono proprio una fan di seguiti di libri che di per sé sono perfetti così.

Quindi quando ho saputo dell’uscita di “dopo di te”, ammetto che non ero molto entusiasta. La mia più grande paura era che questo libro non fosse all’altezza del precedente, che ho amato profondamente, rischiando di rovinare l’intera storia.

In “dopo di te” troviamo Lou quasi due anni dopo la morte di Will e senza essersi davvero ripresa dalla sua morte.

“Come posso aver amato qualcuno così tanto in così poco tempo?”

Alcuni di voi potrebbero pensare che due anni è davvero troppo tempo passato a e commiserarsi nel proprio dolore, senza riuscire a riprendere in mano la propria vita. Ma è davvero così? Quando ci viene a mancare prematuramente una persona a noi importante, si riesce davvero a tornare a come eravamo prima di conoscerla, o non saremo mai più gli stessi?

“Come potevo dirle che perderlo era stato come essere attraversata da una lama che aveva aperto uno squarcio dentro di me, un doloroso, costante promemoria, un’assenza che non avrei mai potuto colmare?”

Per Clark due anni sembrano non essere sufficienti per andare avanti con la sua vita e, anche con le parole di Will sempre in mente, “Vivi bene, semplicemente vivi”, non riesce a superare il suo dolore.

Ma una serie di eventi la costringeranno a rivedere le sue priorità e quindi trovare un modo per uscire dal suo guscio di dolore.

“Il dolore aveva un odore specifico. Sapeva di ambienti umidi e mal ventilati e di bustine di tè di qualità scadente. Sapeva di pasti solitari e di sigarette stantie fumate ingobbiti contro il freddo. Sapeva di lacca per capelli e deodorante, piccole vittorie pratiche nel pantano della disperazione.”

Conoscerà nuove persone, riallaccerà i rapporti con la sua famiglia, ritornerà nella sua città natale (nella quale non aveva più messo piede dalla morte di Will) e rincontrerà i genitori di Will.

Riuscirà gradatamente a ritornare se stessa e infine riuscirà ad amare di nuovo restando ugualmente legata a will, che anche in questo libro è una presenza costante.

“Vorrei dirgli che non so cosa provo. Che lo desidero, ma sono spaventata alla prospettiva di aver bisogno di lui. Non voglio che la mia felicità dipenda esclusivamente da quella di qualcun altro, non voglio essere ostaggio di un destino che non posso controllare.”

Non è stato facile per me scrivere questa recensione perchè, se da una parte l’ho adorato, tutta la storia della “rinascita” interiore di Lou è stata davvero emozionante e toccante, dall’altra parte credo che non era assolutamente necessario scrivere un seguito.

Quindi in conclusione vi dico che, se avete amato “io prima di te” dovete almeno dare una possibilità a questo nuovo libro, anche se dovete tenere a mente che questa è la storia dopo Will, quindi un racconto completamente diverso dal primo.

Probabilmente con questa recensione vi avrò confuso leggermente le idee, ma una volta letto il libro capirete perchè è stato così difficile scrivere una recensione e perchè questo libro mi ha lasciata un po’ interdetta.

Una lettura che mi ha scaturito emozioni contrastanti, amore e odio, ma in fondo non sono pentita di averlo letto.

Buona lettura,

Mary

Consigliato:SI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...