Tienimi vicino- Megan Hart

tienimi-vicino_hm_cover_big

Trama:

Effie e Heath sono personaggi molto conosciuti, non per qualcosa che hanno fatto, ma per ciò che è successo loro quando erano piccoli. Segregati e abusati dallo stesso uomo per diversi anni, i due ragazzi hanno trovato conforto l’uno nell’altra sino a quando non sono riusciti a fuggire dalla loro prigione e l’aguzzino non è stato arrestato. Ora sono due adulti che cercano di andare avanti con le proprie vite. Effie pensa che sia arrivato il momento di cercare di avere una relazione “normale”, e Heath non è l’uomo giusto, perché il solo guardarlo in faccia è un salto in quel passato buio e angoscioso. Per questo cambia uomini nello stesso modo in cui si cambia d’abito tutti i giorni. Heath, invece, è da sempre innamorato di Effie, per lui non potrà mai esserci un’altra donna. Inoltre, è convinto che entrambi potranno andare avanti con le proprie vite solo dopo aver affrontato e sconfitto il passato che li accomuna. Una nuova crisi, però, è pronta a scagliarsi contro di loro, tanto che Effie teme che non ritroverà mai un suo equilibrio se non tornando nella casa dove la storia ha avuto inizio. E Heath dovrà essere al suo fianco.

Recensione:

Abbiamo davanti la storia tormentata di Heath ed Effie, che si sono conosciuti quando erano adolescenti in circostanze davvero terribili. Entrambi vittime di un rapimento da parte di un uomo, che li ha tenuti ostaggi e rinchiusi, per ben 3 anni, in uno scantinato e ha sottoposto loro a violenze terribili.

“Una volta mio padre mi ha detto che perfino le cose brutte contribuiscono a fare di noi quello che siamo.”

Questa esperienza traumatica ha legato molto Heath ed Effie, un amore direi quasi malato, perché nessuno dei due poteva rinunciare alla presenza dell’altro nella propria vita, e perché i loro corpi ormai si amavano in modo totale. Effie ha cercato di frequentare diversi uomini, in modo da avere la possibilità di trovare una relazione normale, e magari fare un confronto a quell’amore che era nato in un posto dove era obbligata a stare con Heath.

Ok… posso condividere e capire questa scelta di Effie, perché proprio come dice lei, avrebbe dovuto rivivere sempre quell’incubo di esperienza, ma la verità è che doveva avere sin dall’inizio la consapevolezza che nessuno avrebbe potuto capirla tanto quanto Heath, perché chiunque uscito da un’esperienza simile non torna più a una vita normale, ma cerca di sopravvivere il meglio possibile.

E adesso capisco e condivido a pieno il preambolo che ha scritto la scrittrice prima di iniziare il libro:

“Questo libro è per i folli che a occhi sbarrati contemplano il buio della notte, che amano quando non dovrebbero; per coloro che contano le stelle e ne ricavano conforto.

Questo libro è per chi preferisce essere ossessionato e tormentato, piuttosto che venire lasciato indietro.”

Questo libro è per i folli e tormentati, perché capire questo sentimento e le emozioni di questi protagonisti non è per tutti. Io personalmente non potrei mai capire a pieno, perché non ho mai vissuto esperienze traumatiche, posso immaginare, ma penso che sia comunque ben lontano dalla realtà.

È un libro complesso , ricco di emozioni diverse e contrastanti, che mi ha portato in un mondo estraneo dove ho provato pietà, angoscia, dolore, e terrore che a volte mi hanno davvero turbata.

“-Se si affida agli altri la propria felicità, non si hanno che delusioni.

-Quando si ama qualcuno, la cosa che ti sta più a cuore e che vuoi è che sia felice.        E non t’importa del prezzo da pagare.”

Nel libro si alternano presente e passato, e il passato non sempre si sussegue in maniera ordinata, quindi c’è stato bisogno di un’attenzione maggiore, per non perdersi, e mettere insieme pian piano ciò che è accaduto a Heath ed Effie. Ho avuto paura, in alcuni casi, nel leggere questo passato violento, e mi si è spezzato letteralmente il cuore per tutto quello che hanno passato e per come hanno cercato di vivere dopo una vita, per entrambi i personaggi.

“Qualcosa li aveva sopraffatti, qualcosa che non erano in grado di combattere. Perchè era bello, e laggiù nel seminterrato non c’era altro che lo fosse. Erano molte le ragione per cui avrebbero dovuto fermarsi, ma tutto ciò che Effie voleva provare era quella sensazione, quella che cancellava ogni altra cosa.

Stare con Heath escludeva il mondo.”

Per Effie, più che altro sono stata in pena per il suo accanimento a cercare la normalità; una normalità in cui lei stessa non era davvero a suo agio. Per Heath invece per non essere accettato come persona, e per tutto il tempo che ha aspettato per essere ricambiato di quell’amore totale che prova per Effie.

“Era questo il punto nodale dell’amore; quando amavi qualcuno, volevi dargli tutto il possibile. Volevi il meglio per lui, a qualunque costo. Volevi vederlo superare tutto quello che era orribile e doloroso, andare oltre qualunque cosa potesse ferirlo.”

Un libro bellissimo, toccante, da leggere assolutamente, anche se il protagonista sarà il dolore, ne vale davvero la pena.

 Buona lettura,

Maddy

 

Consigliato:Si

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...