Gus-Kim Holden

GUS.jpg

Trama

Lei non era solo la sua migliore amica; lei era la sua metà… L’altra metà del suo cervello e della sua coscienza, l’altra metà del suo senso dell’umorismo e della sua creatività, l’altra metà del suo cuore. Come si può tornare a essere quello che si era prima, quando la parte più importante di noi stessi se n’è andata per sempre? Gus è un ragazzo fragile, arrabbiato con il mondo e con il destino che gli ha sottratto la persona più cara, colei che arricchiva il suo tempo e dava linfa alla sua musica. A riempire le sue giornate ora ci sono solo l’alcool, le ore passate con la sua band e le avventure di una sera con qualcuna delle sue numerose fan, anche se Gus sa che non può essere questo a risarcirlo di ciò che ha perso. Quando anche il più debole barlume di luce è sul punto di spegnersi, il destino sembra però restituirgli quello che un tempo gli ha tolto. Chi è Scout veramente? Cosa nasconde nel profondo del cuore la sola persona al mondo che può salvarlo?

Recensione

Come puoi riprendere a fare ciò che facevi prima, quando  la tua metà se n’è andata per sempre?

2d504a2b43dcf7d7917a121113bc37f6

Bright Side non era soltanto la mia migliore amica; era la mia metà…l’altra metà del mio cervello, della mia coscienza, del mio senso dell’umorismo, della
mia creatività, del mio cuore. Come si può tornare indietro e fare le stesse cose di tutti i giorni, quando la tua metà se n’è andata per sempre?”

Ho esitato molto prima di iniziare Gus, perché il precedente libro, Bright side, mi aveva lasciato in una pozza di lacrime e con il cuore spezzato.
Perchè a tutti piace leggere l’inizio di un amore, il romantico incontro, il dolce flirtare, le settimane successive, quando i due protagonisti vengono totalmente investiti da quell’amore puro e unico che porta in una sola direzione: verso un futuro roseo e pieno di taffetà bianco.
Ma nessuno vuole parlare delle rotture, degli effetti collaterali, il dolore che provoca la perdita di un amore.

«Ti sei mai innamorato?»
Non ha esitazione. «Una volta.»
«E quanto è durata?»
Tornando a guardare il cielo, risponde: «Ventun anni… e tre giorni.»

E si può perdere un amore sotto qualsiasi forma, non solo quello romantico.
A volte la perdita di un amico può distruggerti, può spezzarti a metà, esattamente come la perdita di un amore romantico.
Perché a volte quando tutto collassa, quando tutto quello per cui il vostro cuore batte non c’è più, può sembrare che tutto sia finito, che non c’è più niente per cui vale la pena vivere.

“Vivere la vita…viverla davvero…è un lavoro, anche stancante, se lo vuoi fare bene e ricevere il massimo ogni giorno. Da ogni minuto. Da ogni secondo. Perché là fuori, nel mezzo del caos, è li che trovi la bellezza. E’ li che trovi la ricompensa.”

Ma a volte è necessario reagire e comprendere che quell’amore resterà sempre con noi.
Ed è qui che entra in gioco Gus.
Gus, dopo di Kate,  è stato il mio personaggio preferito in Bright Side, un grande amico, una persona straordinaria. Ma Gus senza Kate…non è lo stesso. Si sente perso, cambiato, non è più lo stesso. Combatte la perdita della sua metà con alcool, droga e sesso.
Finchè non incontra Scout durante il tour dei Rook.
Scout, per Gus, è la persona giusta al momento giusto a dimostrare che alcune persone entrano nella nostra vita proprio nel momento in cui ne abbiamo più bisogno.

“Incontriamo tante persone durante il nostro viaggio. Alcune sono sciocche, altre speciali. Quando incontri quelle speciali non dare nemmeno un istante per scontato, perché non potrai mai sapere  finchè durerà.”

E Gus e Scout, sono proprio questo,  insieme i due cercheranno di guarirsi a vicenda.65287ffde068b5236f48aa414d3493c5
Ho adorato questa coppia, mi hanno fatto soffrire, ridere e piangere.
Un libro che di per se è un concentrato di emozioni, ho pianto insieme a Gus per la mancanza della sua Bright Side, ho riso insieme a lui e Scout e ho pianto (si ho pianto tanto) di felicità per un bellissimo finale che mi ha riempito il cuore.
Ho adorato il fatto che durante tutta la lettura Kate era sempre presente. Ricordata per la persona straordinaria che era e sono stata felicissima di rincontrare tutti i personaggi incontrati nel primo libro e scoprire che nonostante tutti sentono la mancanza di Kate, sopratutto Keller, sono riusciti ad andare avanti e vivere la loro vita giorno per giorno, vivere ogni attimo, proprio come Kate gli aveva insegnato.

“Il tuo carattere, il tuo cuore, la tua esistenza contano, perché sono le tue parti vere. Tutto il resto, l’apparenza, le cose materiali, cosa sono? stronzate senza senso.”

Un libro assolutamente da leggere, che ti fa comprendere riflettere, che ti farà venire voglia di vivere la tua vita al massimo.
E ricordatevi sempre…Siate Mitici!

“Sono arrivato al momento più altro di una trasformazione che è cominciata mesi fa, una decisione presa in modo conscio e messa in moto. Che emana un gran senso di benessere. Sono arrivato alla piena consapevolezza che la mia vita, la mia felicità, dipende solo da me. Dipende tutto da me, sono io che la posso realizzare o no.

E’  questione di scelta.

E la scelta richiede azione, se si vuole ottenere qualcosa. La pigrizia e la compiacenza portano alla mediocrità. A volte l’azione è combattuta in modo molto aspro, ma è proprio in questi casi che la ricompensa è maggiore.

O quando succedono grandi cose.

Non cose positive…ma mitiche.

E a me le cose mitiche sono sempre piaciute.

Perché ti fanno sentire vivo.”

Buona lettura,

Mary

Consigliato:Assolutamente Si

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...