La terza volta è quella perfetta-Pippa Croft

Anteprima-

ajgsN0N

È l’inizio delle vacanze pasquali e Lauren Cusack dovrebbe tornare a Washinton prima degli esami finale a Wycahm College, Oxford. Ma una chiamata cambia tutto. La sua relazione con l’impossibile ma bellissimo aristocratico Alexander Hunt è turbolenta, passionale e causa dipendenza. Lauren sa che ha bisogno di andare via, ma quando corre da lui tutto quello che sa è che viene risucchiata nel suo mondo. E infatti, Alexander, un Alexander seriamente ferito, è un cocktail inebriante a cui Lauren non sa resistere nonostante tutto sia contro di loro, con Alexander il dramma è dietro l’angolo, lei comunque è felice come non lo è mai stata prima. Ma dopo i suoi esami finali le viene offerto il lavoro perfetto a Washinton ma con Alexander bloccato nella sua residenza la loro relazione già difficile subisce un duro colpo.

 

hUulh4c

Ciaooooo readers, eccoci alla fine della Blue Trilogy di Pippa Croft. Ebbene sì la recensione di oggi è per il terzo ed ultimo volume della serie che si intitola “La terza volta è quella perfetta”.

yBTXKc4

Mi dispiace comunicarle che il capitano Hunt è rimasto coinvolto in un grave incidente.

yBTXKc4

Queste sono le parole con cui si è chiuso e poi riaperto, in ordine, il secondo e il terzo volume della saga. Ricordate come alla fine della recensione del secondo volume ero carica di speranza nei confronti di un romanzo che aveva tutte le premesse per essere un ottimo romance? Beh a volte succede: ATTESE DISILLUSE.

Posso affermare con estrema certezza che non ho avuto la minima soddisfazione. La storia fra Lauren e Alexander non si è evoluta per nemmeno di un millimetro. Nemmeno l’ascensore l’avrebbe portata ad un livello superiore.
L’autrice si è limitata ad analizzare esclusivamente il legame fisico tra i due senza mai cedere il posto all’emotività.

Posto che l’amore vero non nasce dopo un bell’incontro conturbante o dopo solo due minuti, ma dopo TRE LIBRI mi aspettavo almeno una dichiarazione d’intenti poteva anche concedercela.
NIENTE. Solo deserto emotivo.
Due personaggi barricati dietro le loro barriere emotive che si celano con altezzose personalità.

Come potete capire questo libro e in generale questa saga non porta a nessuna conclusione reale, anche qui il finale si carica, diventa intrigante per poi lasciare il lettore a bocca asciutta.
Non amo i finali che non sanno di nulla e nemmeno i libri che lasciano tutto compresi i personaggi sempre allo stesso punto dei precedenti.
Così mossa da un leggerissimo nervosismo mi sono messa a fare ricerche su internet e su altri blog che avevano trattato l’argomento. A parte il sentimento condiviso da molte, ho scoperto che in realtà c’è una novella conclusiva e che l’uscita è prevista per fine anno, quindi non ci resta che attendere.

Al di là del finale-NONFINALE, il libro ha mille elementi negativi: situazione di stallo tra i due, solo eventi che si trascinano senza senso e personaggi di contorno che appaiono e scompaiono come fossero funghi, ma che non hanno mai un perché… del tipo: Rupert che accidenti vuole? È Gay? È solo invidioso? Mica l’ho capito.
Per me è un No dal secondo libro in poi e il titolo “La terza volta è quella perfetta”?
Non rispecchia minimamente il contenuto. Spero di rifarmi con la prossima recensione.

A presto,
Mik.

2-cuori-copy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...