Contemporary Romance

COVER REVEAL & RELEASE BLITZ: EL PECADOR – M. ROBINSON

Doppia cover reveal per l’autrice M. ROBINSON!È uscito oggi in lingua inglese, un po’ a sorpresa, l’attesissimo seguito di El Santo, dal titolo EL PECADOR.

Come ricorderete, in Italia grazie a Quixote Edizioni è uscito El Diablo, quindi speriamo che presto arrivino anche El Santo e El Pecador!

La Robinson ha inoltre svelato la cover del suo prossimo romanzo autoconclusivo, in uscita il 24 Luglio (in lingua inglese), dal titolo LOST BOY. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio la trama di EL PECADOR e a leggerne un estratto in esclusiva, tradotto come sempre da noi del Team!

Quindi eccovi qui…

A girare le pagine, ad aprire nuovi capitoli della mia vita- volendo sapere le prossime verità riguardo i miei peccati.

Come se la prima metà della mia vita non fosse stata abbastanza.

Vi. Serve. Di più.

Volete la mia redenzione. Il mio cuore. La mia anima.

Il vostro vissero felici e contenti…

Voi. Volete. Risposte.

E vi concederò proprio la prima che state morendo dalla voglia di sapere.

Perchè l’ho lasciata?

Allora andate avanti.

Voltate pagina.

Vi sfido, cazzo.

Solo che la risposta potrebbe non piacervi.

Non dite che non vi avevo avvertiti.

“Siamo scritti nelle stelle, circondati dal niente se non dalle tenebre e dall’amore che abbiamo sempre provato l’uno per l’altra. Fin dal primo giorno!”

** ESTRATTO **

Non ne poteva più e iniziò a spingermi per liberarsi dalla mia stretta. “Fermati! Ti odio, Damien! Mi senti? Ti odio, cazzo!” urlò ancora e ancora, cercando disperatamente di fare in modo che sia io che lei ci credessimo.

Il mio cuore si spezzò.

Le mie dita si contrassero.

E le lacrime minacciarono di salire in superficie.

Tuttavia, non avrei lasciato perdere e continuai ad accarezzarle i capelli, a baciarla, e a sussurrarle che l’amavo. Combattendo le sue parole d’odio con le mie d’amore. Sentivo che stava per raggiungere il punto di rottura, per quanto avesse potuto. Il suo polso scivolò via dalla mia stretta all’improvviso e mi spinse con così tanta forza che riuscì a darmi uno schiaffo in faccia. Caricando al massimo per farlo un’altra volta, intervenni prendendola dall’avambraccio, inchiodandola alla coperta.

Intrappolando la sua figura minuta con il mio cuore imperfetto e il mio corpo battuto.

Stava lì sdraiata sotto di me, ansimando abbondantemente, consumata fisicamente ed emotivamente mentre le lacrime scendevano a cascata sulle sue guance. Per un momento, le avevo permesso di togliermi il respiro. Ai miei occhi, non era mai stata così fottutamente bella.

Così dannatamente mozzafiato.

Così fottutamente mia…

Mi ero chinato in avanti e avevo baciato via tutte le sue lacrime, assaggiando i suoi incubi, i suoi ricordi, il suo amore e odio per me. Facendomi teneramente spazio con i baci sulle sue labbra mentre il suo corpo continuava a rabbrividire per il mio amore intenso e prepotente. Travolgendo le sue emozioni e prevalendo sui suoi pensieri come solo io sapevo fare. Prima che un altro secondo scivolasse via, la baciai per tutti gli anni in cui non l’avevo fatto, per tutte le volte che non avevo potuto, per tutti i momenti in cui l’avrei disperatamente voluto. Perdendomi in lei. Quasi come se volessi baciare via l’agonia e il dolore che le avevo causato. Volendo tenere stretti i suoi fardelli tormentati, che le erano stati inflitti unicamente dai miei errori e rimpianti.

“L’uomo che era il mio tutto. All’improvviso è diventato il mio niente.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...