Contemporary Romance

BLOG TOUR & RECENSIONE: Rewrite the stars – Charleigh Rose

Evangeline Thorne è privilegiata.

Bellissima e popolare, se non un po’ cinica.

L’incontro casuale con uno stuntman dagli occhi verdi scatena una catena di eventi che getta il suo piccolo mondo perfetto, sottosopra.

A corto di possibilità e con la disperata voglia di avventure, si aggrega al circo itinerante per l’estate.

Spinta in un mondo pieno di drammi, inganni e segretezza, Evangeline cerca di ritrovare se stessa e proteggere il proprio cuore durante il processo.

Sebastian McAllister è dannato.

Sa bene che non deve pensare diversamente.

È contento di vivere il resto della propria vita viaggiando per il paese come uno dei quattro Figli di Eastlake, cercando il brivido nell’unico modo che conosce.

L’unica cosa che non aveva previsto è la bionda viziata con le stelle negli occhi.

Il problema è, che più tempo passa con lei, più la speranza inizia a insinuarsi nel suo cuore dormiente.

Peccato che la speranza sia una cosa pericolosa quando sei un McAllister.

Buonasera, cari lettori!

Oggi vi parlo in anteprima di un nuovo romanzo uscito il 28 Ottobre in lingua inglese: REWRITE THE STARS di Charleigh Rose.

Autrice ancora inedita in Italia, la Rose è diventata in poco tempo una delle mie cosiddette “unicorn author”, ovvero un’autrice di cui ho letto e amato tutti i libri e che, finora, non mi ha mai deluso.

Da subito affascinata dall’idea che questo romanzo fosse ambientato nel mondo misterioso di un circo itinerante, non vedevo l’ora di potermi immergere nella storia tra Evan e Sebastian.

Lui, un nomade abituato al rischio, che non vuole relazioni perchè sa di non potersele permettere e lei, ragazza proveniente da una ricca famiglia, alla continua ricerca del brivido e di emozioni forti.

Gli uomini più pericolosi sono quelli che non hanno niente da perdere.

Quando si incontrano per la prima volta, Evan ha solo sedici anni e sta scappando dai suoi genitori dopo l’ennesima lite, in cerca di un po’ di pace. Finisce così per imbattersi nel circo itinerante di Jessup, la cui attrazione principale sono i Sons of Eastlake, quattro ragazzi che sfidano la sorte all’interno di una gabbia metallica, girando vorticosamente su delle moto da cross che si intersecano tra di loro. Il loro leader è Sebastian McAllister, bad boy vestito di pelle e sudore, occhi verdi penetranti e uno sguardo che farebbe sciogliere anche i ghiacciai, e immediatamente Evan si sente attratta da lui.

Bello potrebbe non essere il modo migliore per descriverlo. I suoi vestiti sono squallidi e sbiaditi, la sua pelle venata di sudore e polvere… ma il suo viso. È come uno di quei rubacuori degli anni ’50 uscito dai film che mio padre tanto ama. Come un giovane Marlon Brando.

Anche Sebastian sente una scossa elettrica ogni volta che posa gli occhi su quella ragazza, ma non vuole relazioni perchè sulla sua famiglia incombe da più di cento anni una maledizione, e sa che presto la sua vita avrà fine com’è successo a tutti gli altri uomini McAllister. Comunque lui dopo pochi giorni se ne andrà in un’altra città assieme al circo ed Evan sarà solo un lontano ricordo, giusto?

Il destino ovviamente ha ben altro in serbo per loro, e nei due anni successivi, i due protagonisti si rivedranno altre volte e l’attrazione che proveranno l’uno verso l’altra sarà sempre più irresistibile.

Ma la loro unione sarà davvero scritta nelle stelle?

“Non credo che siamo arrivati fino a qui solo perchè tu debba morire”, sussurra lei.

“E se fosse già scritto nelle stelle? Non puoi cambiare il destino.”

“Allora riscriveremo le stelle.”

Ho adorato questo libro, entrambi i due protagonisti attraversano una svolta personale davvero notevole. Ho ammirato la forza di Evan nel gestire i suoi problemi familiari, di andare contro tutto e tutti per l’amore che prova per Sebastian e di lottare per lui nonostante le avversità.

Sebastian non è stato da meno; il suo essere schivo e misterioso mi ha attirata tantissimo, mi è piaciuto il suo essere protettivo nei confronti di Evan e il credere che anche per lui ci fosse una possibilità di amare ed essere amato.

Dopotutto lei non era stata un incidente. Era stata la cura.

Solo due cose non mi sono piaciute: il fatto che il libro, soprattutto all’inizio, parta in maniera parecchio lenta e che ci siano stati un po’ troppi “drammi” per i miei gusti, ma per il resto mi è piaciuto praticamente tutto, soprattutto l’alone di mistero che aleggiava su tutta la storia e che, anche se un po’ avevo previsto alcuni eventi che sarebbero successi, mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine.

Insomma, ancora una volta, la Rose non mi ha delusa e ora non vedo l’ora di leggere le storie degli altri tre Figli di Eastlake!

Abbiamo riscritto le stelle. Costruito il nostro stesso destino. Ci siamo incontrati a duemila miglia da casa, per poi imbatterci di nuovo l’una nell’altro un anno dopo. E un anno dopo ancora. Non era il circo quello da cui ero attratta. Era Sebastian. Non era stata una coincidenza. Semmai, era stato destino.

Buona lettura,

Elisa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...