Contemporary Romance

CAPITOLO 30: Maybe Now-Colleen Hoover

Magic is everywhere.

SYDNEY

E’ un anello.

Un bellissimo, bellissimo anello.

“Non è come pensi”, dice Ridge.

Sollevo lo sguardo e faccio cadere la mano dalla bocca. Torno a guardare l’anello e mi sento male per aver preso e aperto la scatola. Non so perché l’ho fatto. Penso di essere rimasta…scioccata? E penso che lui abbia torto perché sembra esattamente come penso che sia. “Penso che sia un anello di fidanzamento, non è vero?”

Ridge scuote la testa e viene verso di me. “No. . Voglio dire…lo è, ma non lo è. È un anello di fidanzamento…ma…non è tuo.”

Sta rinegoziando molto attentamente, quindi mi ci vuole un momento per capire perché non c’è altro che uno sguardo cauto e dispiaciuto nei suoi occhi. Guardo di nuovo l’anello che non è stato pensato per me. “Oh”, dico. “Non sapevo che le avessi fatto la proposta.”

Lui scuote la testa, quasi seriamente. “Non l’ho fatto.”

Il povero ragazzo sembra terrificato dalla mia potenziale reazione. Ciò che non riesce a vedere è quanto io sia sollevata. Non siamo ancora nemmeno usciti ufficialmente per un mese intero. Se mi avesse già comprato un anello con l’intenzione di farmi la proposta, probabilmente avrei pianto, ma non da sentimenti di gioia. Sono abbastanza sicura, basandomi su come mi sento adesso, che sarei stata spaventata. Che è strano. Amo Ridge più di quanto potrei mai amare nessun altro e mi piacerebbe essere sua moglie. Mi piacerebbe essere sposata con lui. Ma voglio godermi ogni fase della nostra relazione il più a lungo possibile.

Amerei essere la sua fidanzata, ma adoro anche essere la sua ragazza. Prima di passare al livello successivo desidero avere una normale relazione ragazzo/ragazza.

Rido, stringendomi il petto. Il mio cuore batte così velocemente. “Mio Dio, Ridge, pensavo che mi stessi per fare la proposta.” Mi siedo sul letto, stringendo ancora la scatola. “Ti amo, ma…troppo presto.”

Tutta la tensione nelle sue spalle e nella sua mascella si attenua con la mia risposta.
“Oh, grazie a Dio”, dice, facendo scorrere una mano sul suo viso. Ma poi cerca di recuperare rapidamente. “Non che io non voglia farti la proposta. Solo…sì. Un giorno.”

Si siede accanto a me sul letto e io lo colpisco con la spalla mentre gli sorrido. “Forse un giorno.”

Lui sorride. “Forse un giorno.”

Prende il telefono e inizia a mandarmi messaggi. Estraggo il mio telefono per leggerli.

Ridge: Apparteneva alla nonna di Maggie. Suo nonno me l’ha dato mentre io e lei stavamo insieme, ma non sono mai riuscito a chiederglielo. Avevo intenzione di ridarglielo dopo la nostra rottura, ma il tempismo era sempre strano. Lei non sa nemmeno che esiste.

Io: Ridge, lo tieni nel cassetto dei calzini. Questo è il posto più ovvio per nascondere un anello. È più che probabile che lei lo abbia visto.

Ridge: È rimasto nel mio armadio per tre anni. L’ho spostato nel cassetto dei calzini due settimane fa per ricordarmi di darglielo.

Io: Tre anni? L’hai avuto per tre anni e non le hai mai proposto di sposarti? Cosa ti stava trattenendo?

Ridge alza le spalle e poi dice, “Non è mai sembrato giusto”.

Voglio sorridere, ma non lo faccio. È solo che sentirlo dire che non è mai sembrata la cosa giusta mi fa sentire bene. Dovrebbe? Chissà? Sono onestamente stanca di ripensare alle mie reazioni a ogni piccola cosa che sento. D’ora in poi, voglio solo sentire. Sfacciatamente. Senza colpa. E adesso, mi sento sollevata. Sollevata dal fatto che l’anello non fosse per me, ma anche sollevata dal fatto che non l’abbia mai dato a Maggie.

“Glielo ridarò domani.” Fa per prenderlo, ma lo allontano dalla sua portata.

“No”, dico. “Credo che dovresti aspettare.”

“Aspettare? Perchè?”

Gli scrivo la mia lunga risposta perché è troppo per me cercare di segnargliela e troppo per lui per cercare di capire.

Io: Penso che questo anello significhi molto per Maggie. E so che è ancora una cosa nuova tra di loro, ma penso che anche Jake significhi molto per lei. Forse dovresti aspettare e vedere come vanno le cose tra loro due. Se si innamorano, penso che dovresti dare l’anello a Jake. Non a Maggie.

Ridge sorride dopo aver letto il mio messaggio. Poi mi guarda con apprezzamento. “Va bene.”

Gli porgo l’anello e lo rimette nel cassetto. Si fa scivolare le mani in tasca. “Cosa vuoi fare per il resto della notte?”

Mi stringo nelle spalle. “Vedere il culo di Warren mi ha fatto perdere l’umore per un secondo round.”

Ridge ride e si siede sul letto accanto a me. “Potremmo andare a vedere un film.”

“No”, dico scuotendo la testa. “Non mi siederò mai più su quel divano”

“No, intendevo al cinema.”

“Ma…come potrebbe essere divertente per te? Non ci sono i sottotitoli. ”

“Prendi i tuoi tappi per le orecchie e potremmo vederlo da sordi insieme”.

Mi alzo, impaziente e pronta. Un appuntamento. Potrei non essere dell’umore giusto per il sesso adesso, grazie a Warren, ma sono così dell’umore giusto per un appuntamento con il mio ragazzo da meno di un mese, che amo con tutta l’anima, ma dal quale non voglio un anello di fidanzamento per il momento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...