Contemporary Romance

CAPITOLO 32. Maybe Now-Colleen Hoover

Magic is everywhere.

CAPITOLO 32: (SYDNEY)

Ho cercato di convincere Bridgette a familiarizzare con Maggie da quando Maggie si è trasferita nel loro complesso pochi mesi fa. Allo stato attuale, Bridgette è ancora piuttosto fredda.

Lei è seduta sul letto di Maggie mentre io aiuto Maggie a scegliere un vestito per stasera, quindi stiamo facendo progressi. Non era mai venuta qui da quando Maggie si è trasferita, a parte una volta in cui Maggie è rimasta qualche notte in ospedale perchè stava male.
Bridgette è venuta a prendere dei vestiti per lei, ma solo perché Warren l’ha costretta.

“Penso che la camicia nera sarebbe meglio con questi”, dice Maggie. “La proverò.” Afferra la maglietta che ho portato e se la porta in bagno, chiudendo la porta dietro di sé. Guardo Bridgette. È sdraiata di schiena, fissa il soffitto, sbadigliando. Tiro fuori il mio telefono e le mando un messaggio perché non voglio che Maggie senta la nostra conversazione.

Io: Stai rendendo tutto questo imbarazzante.

Bridgette legge il messaggio e mi guarda, alzando una mano frustrata.

Bridgette: Che c’è?! Sono solo me stessa.

Io: Sì, senza offesa, ma è questo il problema. A volte le persone devono fare uno sforzo per NON essere se stessi al fine di rendere le situazioni intorno a loro un po’ più tollerabili. Non le hai detto una parola. Fà uno sforzo. Falle delle domande.

Bridgette: Sto facendo uno sforzo. Sono qui. Inoltre, non ho domande per lei. Cosa posso dire? Non so fingere.

Io: Chiedile della sua laurea. Chiedile di quando siamo andati a fare bungee jumping. Chiedile come stanno lei e Jake. Ci sono un sacco di argomenti per avviare una conversazione se ci provi.

Maggie esce dal bagno proprio mentre Bridgette lascia cadere il telefono sul letto e alza gli occhi al cielo.

“Mi piace questa maglietta su di te”, dico a Maggie, che si gira per mettersi davanti allo specchio.

Guardo Bridgette e le faccio una smorfia. Bridgette si alza drammaticamente, battendo i palmi contro il letto. Si schiarisce la voce.

“Allora…Maggie, come state…tu e Jake? Bene? Spero?” Forza un sorriso, ma sembra più che altro un rigido robot.

Forse questa è stata una cattiva idea. Lancio un’occhiata a Maggie e lei è lì in piedi, a fissare Bridgette con la testa inclinata. Sembra molto confusa.

Torno a guardare Bridgette e scuoto la testa. “Wow. Tu davvero non sai come parlare alle persone.”

Bridgette alza le mani “Te l’avevo detto!”

Maggie mi guarda. “Glielo hai detto tu di chiedermelo?”

“Sto solo cercando di insegnarle come interagire con gli umani in un modo normale.”

Guardando indietro verso Bridgette, Maggie dice. “Non ti si addice”.

“Visto?” Bridgette cade all’indietro sul letto. “Dovrei essere solo me stessa. Sono brava a essere me.”

“Va bene. Scusa se ci ho provato.” Riporto l’attenzione su Maggie. “Ma come state andando tu e Jake?”

Bridgette alza la mano verso di me. “Perché suona così normale quando lo dici tu?”

Maggie e io ridiamo entrambe. Si guarda allo specchio e si pettina i capelli. “Stiamo bene,” dice, sorridendo allo specchio. “È stato tutto così semplice con lui, è semplicemente… semplice. Vuole divertirsi e non prende mai nulla sul serio. Finché non ne ha bisogno”.

“Ma è bravo a letto?” Chiede Bridgette.

Vedo uno schema qui. Le uniche conversazioni che vengono naturali a Bridgette hanno sempre a che fare con il sesso. Ridge fa versi durante il sesso? Jake è bravo a letto?

“È molto bravo.” Dice Maggie senza esitazioni.

“Chi è meglio?” Le chiede Bridgette, seduta sul letto. “Ridge o Jake? O Warren? Wow, hai dormito con tutti e tre i nostri fidanzati.”

Mi schiaffo una mano sulla fronte. Lei è una causa persa.

Fortunatamente, Maggie si limita a ridere. “Sì, Bridgette, non facciamo di tutto questo un’intera conversazione, ok?”

Bridgette mette il broncio. “Ma in realtà voglio sapere la risposta a questa domanda, scommetto che è stato Warren.”

Maggie mi guarda e arriccia il naso mentre scuote la testa. “Non lo è stato”, dice lei.

Bridgette mormora qualcosa sul fatto di volere uno spuntino, quindi si dirige in cucina. Porgo a Maggie una camicia viola. “Prova questa. Penso che ti piacerà molto di più di quella nera.”

“Cosa importa? Jake è reperibile per tutto il fine settimana, quindi non sarà nemmeno lì.” Maggie torna in bagno proprio mentre Bridgette rientra in camera da letto, sgranocchiando le patatine. Si guarda allo specchio, girandosi così da poter vedere il suo lato posteriore. Solleva una Pringle e la posiziona in modo che copra il suo sedere nello specchio.

“Cosa stai facendo?” Le chiedo, proprio mentre Maggie esce con addosso la camicia viola. Le alzo un pollice. Decisamente quella viola.

“Maggie,” dice Bridgette, ancora guardandosi allo specchio. “Quando hai detto che il mio culo sembrava come due Pringles che si abbracciano, era un complimento?”

Maggie ride. “Certo che lo era.”

“Non capisco come.” Bridgette tira fuori un’altra Pringle dal barattolo e tiene entrambe le chips indietro in modo che siano curvate l’una lontano dall’altra. “Questo non è attraente”.

Maggie si avvicina e afferra le due Pringles, girandole verso l’interno. “Come questo.”

Bridgette fissa le patatine e poi annuisce lentamente, come se avesse finalmente fatto clic. “Oh, sì, sembra proprio che sia così.”

***
Ridge e Warren sono stati nella location per aiutare la band ad allestire lo show, quindi Maggie e io abbiamo guidato con Bridgette. Ridge non sta suonando stasera, però. Ha detto che a volte gli piace solo essere uno spettatore.

Maggie sorride mentre usciamo dalla macchina, ma posso dire che è tesa. Si ferma mentre guarda l’edificio. “Vorrei che Jake potesse avercela fatta”, dice calma.

Le afferro la mano. “Può venire al prossimo, cerca solo di divertirti.”

Sono ansiosa di entrare, quindi me la tiro dietro e scrivo a Ridge per fargli sapere che siamo alla porta sul retro. Un attimo dopo, la porta si apre e Ridge esce fuori. È seguito da Warren. Mi sento male perché Ridge mi sta abbracciando e Warren sta abbracciando Bridgette e Maggie è lì in piedi, goffa e sola.

Non è durato a lungo però.

Proprio quando la porta si chiude, viene spinta dall’interno. Jake esce.

È stato un inferno tenerglielo nascosto, ma lui voleva davvero sorprenderla. Era in grado di cambiare i suoi turni, ma non voleva che lei lo sapesse. Sta pensando di restare con lei fino a lunedì mattina.

Non appena si rende conto che è effettivamente qui e non si immagina le cose, si illumina e gli corre incontro. Gli salta addosso e si avvolge attorno a lui come una scimmia ragno, i suoi piedi bloccati dietro la sua schiena, i suoi polsi bloccati dietro il suo collo. La sta tenendo con un piccolo sforzo e questo mi rende un po’ invidiosa per il fatto che non posso saltare su Ridge in questo modo. Voglio dire, immagino di poterlo fare. Ma non sono piccola come Maggie. Avremmo bisogno di programmarlo. Avremmo bisogno di un osservatore. E un materasso per quando cadremo.

Sono così innamorati. È così adorabile.

Ridge si appoggia al mio orecchio e dice, “Sei bellissima”.

Il suo commento gli fa vincere un bacio. Noi siamo così adorabili.

Warren apre la porta sul retro e la tiene aperta per tutti mentre ci spostiamo dentro. Sento il mio telefono vibrare, quindi guardo Ridge e lui mi indica che mi ha appena mandato un messaggio.

Ridge: Ho dato a Jake l’anello.

Io: L’hai fatto davvero? Lo ha spaventato? O sembrava riconoscente?

Ridge: Mi ha ringraziato per cinque volte e ha continuato a fissarlo per tutta la strada. Dubito che aspetterà a lungo.

Questo mi fa sorridere. So che il matrimonio non era previsto sulla lista dei desideri di Maggie, ma penso che sia a un punto della sua vita in cui desidera aggiungere altro su quella lista. E Jake non andrà da nessuna parte. Posso vederlo solo dal modo in cui si guardano l’un l’altra.

La stanza è piena quando scendiamo in pista. Fortunatamente, uno dei membri del gruppo ha riservato un’area per noi. Privilegi di scrivere musica per la band.

Jake e Maggie sono accanto a noi. Lui è in piedi dietro di lei con le braccia attorno al suo corpo. Quando Brennan e la band salgono sul palco, Maggie si separa da lui e inizia a battere le mani e a saltare. Non ho idea di quanto tempo sia passato da quando li ha visti suonare, ma è sinceramente entusiasta di ascoltarli. Mi fa pensare alla dinamica di tutti e al modo in cui ha fatto parte della vita di queste persone sin da quando hanno fondato la band. Sono sicura che Brennan e tutti gli altri sul palco significhino per lei più di quanto io abbia mai capito.

Mi fa apprezzare ancora di più quello che abbiamo dovuto passare per arrivare fino a qui. Se non avessimo tutti trovato un modo per convivere, lei avrebbe dovuto rinunciare a pezzi enormi della sua vita. E io non mi sarei mai sentita apposto con la coscienza.

Guardo Warren e Bridgette e persino lei sorride e applaude mentre Brennan presenta la band al pubblico. Warren ha le mani a coppa intorno alla bocca mentre urla per la band. Poi lascia cadere il braccio e lo avvolge attorno alla vita di Bridgette. Lei lo guarda e lui le sorride, poi le dà un bacio veloce. È così strano vederli in momenti come questo, ma quando li intravedo, è bellissimo. Si amano, anche se lo fanno diversamente da tutti gli altri.

È questo il bello dell’amore, non è vero? Si presenta in tante forme, figure, dimensioni, trame diverse. Ed è in continua evoluzione. Come l’amore che Ridge ha avuto per Maggie. È ancora lì… è solo in una forma diversa. Ed è quello che amo di più di lui. Non ha mai smesso di amarla. Non ha mai smesso di prendersi cura di lei. E ora che è una delle mie migliori amiche, non posso fare a meno di amare questo per lei, perché se lo merita. Ha meritato il suo amore come sua ragazza e merita il suo amore ora come una delle sue migliori amiche.

Indietreggio e mi avvolgo le braccia di Ridge attorno al corpo, sollevando una sua mano sul mio petto. Appoggia il palmo alla base della mia gola e preme la testa a lato della mia. Vuole ascoltare il concerto attraverso di me, così inizio a cantare insieme alla musica. E non me ne rendo conto fino a metà della canzone, ma sto piangendo.

Non so nemmeno perché.

Lo amo così tanto. E amo essere qui con lui. E amo i suoi amici.

Semplicemente…amo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...