Contemporary Romance

Recensione: Per sempre tua-Jewel E. Ann

 

Swayze Samuels ha avuto un’intelligenza particolare sin da quando era piccola. A soli undici anni riusciva a sentire una connessione con eventi accaduti anni prima della sua nascita. Psicologi ed esperti di sviluppo infantile si sono occupati del suo caso, senza mai venirne a capo. Adesso Swayze ha ventun anni, è fresca di college e ha appena ottenuto per l’estate un lavoretto come babysitter di una bambina appena nata. Non appena fa la conoscenza del suo nuovo datore di lavoro, un professore di anatomia diventato da poco vedovo, qualcosa le sembra terribilmente familiare. Come è possibile che conosca tante cose di lui, nonostante la loro differenza di età?

huulh4c

Ben trovati cari lettori! Oggi vi parlo del romanzo PER SEMPRE TUA, primo volume del Transcend Duet di Jewel E. Ann edito dalla Newton Compton Editori. Il secondo volume, dal titolo Noi Due Per Sempre, sarà invece disponibile dal 29 Luglio.

Inizio con il dirvi che credo di essere ancora sotto shock dopo questa lettura, perchè questo non è il solito romanzo che ti porta via il cuore fin dalle prime pagine, ma lo rapisce completamente.

Mi sono ritrovata ad affrontare un tema per me importante: la reincarnazione.
Durante la lettura di questo libro ho avuto sempre in mente una scena: quella del piccolo Buddha, dove un monaco tibetano per spiegare la reincarnazione prende come esempio una tazza di tè. Per lui il corpo umano rappresenta la tazza, mentre il tè all’interno l’anima delle persone. Nel momento in cui va a rompere la tazza il liquido si divide un po’ per terra, un po’ sul tavolo e un po’ sul tappeto. Questo per dimostrarci che l’anima potrà anche essere divisa una volta che si muore, ma trova sempre un altro involucro dove poter rinascere, magari anche in posti, persone o luoghi differenti.

Se la morte mi ha insegnato qualcosa, è che gli addii giungono senza preavviso. E che bisogna fissare a mente i momenti migliori. Ed essere presenti per le persone care è il modo più saggio di investire del tempo.

Nate è un uomo che ha perso molto nella vita. La moglie viene a mancare dopo aver dato alla luce la loro splendida bambina. E così si è ritrovato a dover crescere la figlia da solo. È qui che arriva in scena Swayze, un nome alquanto bizzarro, ma mai come la storia che la caratterizza.
Mi sembra già di avervi detto fin troppo!

Non amiamo col cervello, ma col cuore. Amiamo per istinto. L’amore è indefinibile e abita in ognuno di noi. Non ci sono norme. Daisy è stata il mio primo amore, Jenna l’ultimo. Morgan è il mio amore eterno.

In questo romanzo capisci quanto l’amore può essere eterno all’interno di una persona anche dopo la morte.
Molte volte mi sono ritrovata con il fiato sospeso.
Ammetto che all’inizio il tutto era abbastanza confusionale, ma questo mi ha fatta arrivare alla conclusione con la convinzione che questo romanzo va letto una seconda volta, per capire di più, perché so che mi può dare molto altro.

Swayze è una ventenne alle prese con la piccola Morgan, la figlia neonata di Nate. Con lei c’è affinità fin da subito. La dedizione con cui si occupa della bambina, anche se non è sua, mi ha commossa davvero tanto. Swayze oltre ad avere un cervello che le fa ricordare cose che sono successe prima che lei nescesse o dettagli di altre persone a lei sconosciute, ha anche un super ragazzo con tatuaggi, una Harley e tanto tanto ma tanto sex appeal, talmente tanto da lasciare senza fiato. La passione che ha per questa ragazza e le cose che fa per lei mi hanno fatta emozionare e piangere. Oltre a essere un duro all’apparenza è un uomo che non trascura la parte romantica e selvaggia.

[…] ti amo perché mi chiedi come sia andata la giornata… ogni giorno. E ricordi qualsiasi cosa ti dica. E sei attento. Sai quali sono i miei fiori preferiti grazie all’odore della mia lozione da corpo. Conosci la taglia dei miei vestiti perché me li hai sfilati mille volte. Mi porgi un fazzoletto cinque secondi prima che inizi a piangere davanti alla scena triste di un film. Sai quando succederà e basta, senza guardarmi.

PER SEMPRE TUA è una storia originale, ma anche romantica, intrigante e piena di colpi di scena. Come ho detto all’inizio, questo è il primo volume di un duetto, infatti la conclusione mi ha fatta rimanere con l’amaro in bocca, perché il finale mi ha spiazzata e adesso ho il bisogno di sapere come va a finire tra Griffin, Nate e Swayze.

Buona lettura,
Monica.

5-cuori

 

 

Un pensiero riguardo “Recensione: Per sempre tua-Jewel E. Ann”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...