Contemporary Romance

Review Tour: Tutti i ranocchi di Manhattan-Carrie Aarons

image1

Avete presente Cenerentola? La scarpetta di cristallo, la carrozza fatta di zucche e la fata madrina?
Ecco, non sono io.
I miei tacchi mi distruggono i piedi, viaggio grazie a Uber e leggo l’oroscopo su Twitter, quindi il mio “vissero felici e contenti” non è proprio dietro l’angolo.
Non ho ancora trovato un principe azzurro e, in quel di Manhattan, finisco sempre per uscire con esseri viscidi, squamosi e… insomma, dei ranocchi. E con “ranocchi” intendo proprio tutti quei pessimi stereotipi dai quali i film che tua mamma ti ha fatto guardare e la vita ti hanno messa in guardia:
1. Lo zuccone senza cervello.
2. Il mammone.
3. Il saccente pieno di sé.
4. Il taccagno.
Nella speranza di trovare l’Amore sono persino arrivata a baciare labbra fredde e umide.
E poi, un giorno, un uomo allergico alle relazioni si è offerto di aiutarmi a trovare il mio Romeo.
Ma cosa succede quando un ranocchio, che non avrebbe mai dovuto trasformarsi in un principe, ti bacia a mezzanotte? Ok, è vero, non è successo a mezzanotte, ma in pieno pomeriggio, dopo un brunch, però non tutto può assomigliare a una favola.

huulh4c

Buongiorno cari lettori! Oggi vi parlo del libro di Carrie Aarons, edito dalla Hope Edizioni: “Tutti i ranocchi di Manhattan”, una storia che mi è piaciuta molto ma che non ha rispecchiato appieno le mie aspettative.

Ammetto che i primi capitoli del libro mi sono scivolati tra le dita senza
nemmeno accorgermene: situazioni veritiere, linguaggio scorrevole e quel
tocco di ironia che ha reso piacevole la lettura.
Ho trovato elementi che mi hanno fatto inquadrare in modo piuttosto lucido
il luogo e la società in cui è ambientata la storia: i brunch domenicali, il
White Party, l’estate negli Hamptons, i personaggi ricchi, tutti riferimenti che
mi hanno fatto ricordare un po’ il telefilm “Gossip Girl” e ho quindi apprezzato
questo inizio frizzante.

Peccato che poi tutto si sia trasformato, riducendosi a scene di sesso che a mio
parere non hanno rispecchiato affatto la trama.

Gemma è una donna qualunque, con i più comuni problemi del genere femminile e fin qui tutto bene. Ma le sue amiche hanno ridicolizzato un po’ la figura della donna, l’autrice le ha descritte un po’ come delle stupide, il cui unico scopo nella vita è quello di praticare del sano sesso o di accasarsi. E questo mi ha dato un po’ fastidio, ma ho sorvolato perché non le ho ritenute personaggi fondamentali nella storia.

Su Oliver invece non ho nulla da ridire, un nerd miliardario, un uomo pressoché normale, con i pregi e i difetti del genere maschile. Non propriamente un cavaliere senza macchia, piuttosto un playboy in cerca di qualcuna che possa soddisfare i suoi bisogni.

Il modo in cui i due protagonisti si sono incontrati è del tutto inusuale, e
nient’affatto romantico, ma ci fa capire che a volte un incontro casuale può
capovolgere il corso della nostra vita.

La storia tra i due non si può certo definire una relazione vera e propria, ma in
fondo è quello che entrambi vogliono: una non-relazione, un compagno con
cui passare del tempo, senza troppe complicazioni. E il tutto procede
relativamente bene, tra uscite, a volte anche romantiche, e notti di puro e
sano sesso. Finché un altro uomo, Cody, non si mette in mezzo, dando a
Gemma una visuale di quella che potrebbe essere la relazione che sogna da
una vita.

Per molto tempo avevo disperatamente cercato l’unico uomo perfetto che avrebbe reso il mio mondo completo. Avevo questa
foto nella mia testa di come sarebbe stato, cosa avrebbe detto,
come avrebbe agito. E come la maggior parte delle volte nella
vita, avevo pianificato, e l’universo aveva riso.

E questa è stata la mia parte preferita del libro, ha dato anche a me una
parvenza di normalità, di felicità, quasi a farmi sperare nel lieto fine fra questi
due personaggi.
Ma si sa, i maschi sono come i bambini, quando gli rubi il loro giocattolo
preferito faranno di tutto per rivendicarlo!

Gemma sceglierà di stare con Cody, l’uomo che sembra potergli dare il futuro
che lei tanto desidera, o si ributterà tra le braccia di Oliver, il primo uomo che
ha fatto vacillare le sue certezze?

A volte, l’universo aveva altri piani, quelli che non avevi
nemmeno visto arrivare.

Non vi svelerò altro… se vi ho incuriosito, anche solo un pochino, non vi resta
che leggere questa commedia romantica e scoprire come andrà a finire.
Dopotutto sono sicura che non vi deluderà, in fondo con me non è accaduto.

Ci si vede al prossimo libro!
Jessica

4-cuori-copy

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...