Contemporary Romance, Erotic romance

Recensione: Come petali di Ciliegio-Mia Another

Isabel Devlin è irlandese, ma da un anno si è trasferita a Tokyo per  studiare tecnica del fumetto. Ha talento, è bella, sveglia e determinata a fare strada nel mondo dell’illustrazione. Vive in un monolocale con Mei, una sua compagna di corso e ha una storia con Tyler, un ragazzo di Seattle che frequenta pediatria. Tyler vive con il suo amico di vecchia data Ryuu, un incrocio genetico tra occidente e oriente, un tipo bello e imperscrutabile.

Studente modello di neurologia, ma anche sportivo, colto e profondo, questi si rivela essere un vero esperto di kinbaku, l’arte del bondage giapponese. All’inizio Ryuu dimostra una certa insofferenza nei confronti di Isabel, mentre Ty fa di tutto affinché l’amico accetti la ragazza di cui si sta follemente innamorando. Ma quando Isabel si trova a dover superare un esame di disegno sull’arte erotica della legatura, Ryuu acconsente a farle provare la pratica e questo basta ad accendere in lei il desiderio. Appena slegata corre da Ty per essere soddisfatta, ma presto si rende conto che non è lui che voleva. Tra la gelosia e l’insoddisfazione di Ryuu, il desiderio di Tyler di concretizzare con Isabel e lo spaesamento e l’incertezza di quest’ultima, la storia tra i tre si dipana in un crescendo di erotismo e sensazioni non sempre facili da decifrare…

Buona domenica cari lettori! Oggi vi parlo del romanzo COME PETALI DI CILIEGIO dell’autrice Mia Another edito dalla Newton Compton Editori.

Questo romanzo mi è stato regalato e devo dire che è stata una bellissima scoperta, in quanto ho trovato la storia molto affascinante e intrigante. 

Isabel è una ragazza irlandese andata a studiare fumettistica in una delle scuole più prestigiose del Giappone. Una sera in un bar incontra Ty, un ragazzo americano, impegnato nella specializzazione di pediatria. Lontano da casa, Isabel si ritrova a instaurare un rapporto amoroso e pieno di passione con Ty. Qualcosa succede e cambia quando incontra il coinquilino di Ty, Ryuu. 

«Sei ingiusta Isa» Le sussurro sul collo.
«Così magnanima con lui, così spietata con me.»

Ryuu è molto affascinante, proviene da una famiglia con padre giapponese e madre americana, insomma un mix perfetto che lo rende da acquolina in bocca. Ryuu è il migliore amico di Ty, e quando incontra Isabel non vanno subito d’accordo, anzi lui è un uomo cinico, introspettivo e a tratti scortese. Infatti l’ho odiato anch’io in un primo momento, perché era impenetrabile, quasi irraggiungibile. 

Puoi soddisfare veramente il corpo solo quando la mente è appagata.

Isa è una fumettista, deve impressionare il suo professore con un disegno eccellente, artistico e ineguagliabile, tanto che abbozza qualcosa sul suo quaderno da disegno. Una donna legata con delle corde. Una sera a cena Ty e Ryuu vedono il particolare disegno di Isa e Ryuu decide di voler conoscere meglio questo aspetto di Isa, tanto da intrigarlo e prestargli un libro che ritrae diverse posizioni di quella tecnica giapponese. Ty è estremamente contrariato a questo tipo di approccio verso il genere femminile, non accetta che una donna venga legata per il piacere, questo suo atteggiamento porta Isa a volerne sapere sempre di più di nascosto e capisce che l’unico che può dargli risposte è Ryuu. 

Autocontrollo. Disciplina. Un uomo qualunque salterebbe questa parte, si lascerebbe guidare solo dall’istinto animale e passerebbe direttamente al sesso, rovinando la perfezione di questa figura.

Ryuu è un nawashi, colui che stringe i nodi su una modella. In questo caso, la sua modella diventa Isabel. Tra i due si innesca un rapporto sempre più profondo, compromettendo il rapporto che c’è con Ty da entrambe le parti. Se all’inizio del romanzo Ryuu è un ragazzo insopportabile, andando avanti capirete meglio il suo stato d’animo, il suo personaggio e ve ne innamorerete. Vi innamorerete del suo fascino orientale/occidentale. In questo romanzo ho ritrovato una leggenda che mi appartiene nel profondo, la leggenda del filo rosso. 

<<Conosci la leggenda del filo rosso del destino?» […] « è legato al mignolo della tua mano sinistra. Non puoi vederlo, questo è scontato. Dall’altro capo c’è la persona che è destinata a te, la tua anima gemella, e non è detto che lei ti stia aspettando. Forse, per il momento, appartiene a un altro uomo. Forse ti ignora, o addirittura ti odia, ma non puoi farci niente. Nessuno può farci niente. Il filo si accorcerà e voi vi avvicinerete. Continuerete a incontrarvi, perché siete fatti l’uno per l’altra, e prima o poi.. non avrai pace finchè non sarai con lei. Inizierai a notare segnali sempre più frequenti. Piccolezze alla quali non faresti mai caso, ma un certo punto ne sarai ossessionato>>

Quindi preparatevi cari lettori, questa è una storia che non lascia scampo, io mi sono ritrovata a divorarla in un battibaleno. Ho amato la cultura giapponese in quanto sono profondamente legata ad essa, ho amato lo zio di Ryuu che mi ha ricordato tanto la mia dolce nonnina, sempre pronta a dispensare consigli con i suoi proverbi. Ho amato Isabel, perché disposta alla scoperta, coraggiosa e caparbia come poche persone. Infine di Ty posso solo dire che è un bravo ragazzo, ma le menti chiuse ti portano a non vedere diversi aspetti della vita. 

Le scene hot di questo romanzo sono ben descritte e l’immaginazione vola a mille, ho scoperto l’arte delle corde, ho imparato molto sulla sospensione e ho imparato che non tutti possono fare una cosa del genere; ci vuole preparazione, dedizione e pazienza. Finirete per innamorarvi anche voi. 

Buona lettura,
Monica.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...